Star con dipendenze, i vip che hanno avuto problemi di alcol e droga, dovuti spesso alla cattiva gestione del proprio successo. Alcuni ne sono usciti dopo un ricovero in un centro di riabilitazione ritornando sulla cresta dell’onda mentre altri sono spariti dalle scene. Vediamo le celebrità che hanno provato a mettere la testa a posto.


Lindsay Lohan è l’esempio della ragazzaccia che non conosce limiti.È stata condannata a novanta giorni di rehab e molti ricordano le sue nottate brave, come l’accusa di furto oppure quando è stata avvistata seduta sotto un tavolo di un night club di San Paolo con sguardo assente. Oggi, invece, si è completamente ripresa e sembra anche pronta per sposarsi. Il leader dei “Black Sabbath”, Ozzy Osbourne, dopo anni di vita spericolata tra alcool e droghe, è riuscito a rimanere sobrio grazie all’aiuto della moglie, degli amici e dei suoi compagni di band. E finalmente sembra aver deciso di mettere la testa a posto.

Due ricoveri in due settimane per Demi Moore. Il primo, per accertamenti dopo un crollo nervoso cui ora segue una degenza di due mesi in un centro di recupero per trattare i suoi problemi alimentari e una brutta dipendenza da farmaci. Dopo un periodo di disintossicazione, la lolita del pop Britney Spears è tornata alla ribalta vincendo la sua personale battaglia con la dipendenza da alcool e droghe. Oggi è una mamma single di due bambini e sta per lanciare il suo nuovo album. Non è riuscita, invece, a superare il suo inferno di droga e alcool la cantate inglese Amy Winehouse. La maledizione del club dei 27 – quello formato dagli artisti deceduti a ventisette anni – che vanta tra i suoi membri personaggi come Jimi Hendrix, Jim Morrison e Janis Joplin ha colpito anche lei. La famiglia e gli amici hanno tentato la strada della riabilitazione più volte, ma lei ha sempre detto no alle cure.

Rimanendo nell’ambito della musica, anche Billy Joe Armstrong, il leader dei “Green Day” ha ammesso di essere stato alcolizzato per circa 20 anni, in cui beveva di continuo, anche sul palco. Presto sono arrivati anche i farmaci, soprattutto ansiolitici e sonniferi. Per fortuna questo brutto periodo è ormai superato!

Articolo scritto da: Paola Medori

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here