Sciopero generale di 24 ore in Grecia,questo mercoledì, contro ulteriori tagli alla spesa pubblica. Le nuove misure di austerity concordate tra governo e creditori, BCE, FMI e Commissione europea, sono in discussione al Parlamento che le voterà entro venerdì. Lo sciopero è stato indetto dai sindacati del settore pubblico e privato. Il clima è teso, ad Atene ci sono scontri tra manifestanti e polizia.

“Se queste misure passano sarà veramente difficile e la crescita di cui parlano non sarà certo per noi ma per i ricchi” – dice un uomo.
“La rapina ai danni di lavoratori e pensionati è abbastanza. Ci hanno portato veramente in basso” – dice una manifestante da Atene.

Il piano prevede tagli alle pensioni fino al 18 per cento,liberalizzazioni negli orari dei negozi, privatizzazioni, abbassamento della soglia per l’esenzione dalle tasse da 8mila a 6mila euro. Tutto il Paese è fermo per protesta: scuole, uffici, trasporti pubblici. Gli Ospedali garantiscono solo i servizi indispensabili e i marittimi si sono fermati da martedì: per 48 ore stop ai collegamenti con le isole.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here