Una ragazza “contesa” all’origine del dramma. Il suo assassino ha soltanto 15 anni

Una lite per questioni banali, forse per una ragazzina “contesa”, poi gli spari. Uno, due, tre, in rapida successione. E sul terreno resta il corpo di Francesco Prestia Lamberti, un ragazzino dalla faccia pulita che a luglio avrebbe compiuto appena 16 anni. Ad ucciderlo un altro ragazzino, addirittura di un anno più piccolo, figlio e fratello di noti pregiudicati della zona. Un quindicenne che all’appuntamento col “rivale” si è presentato con una pistola detenuta legalmente dal nonno e sottratta al congiunto chissà quando. Appuntamento al quale, i due minorenni potrebbero essere giunti a bordo di un’auto guidata da un maggiorenne. Tant’è che poche ore dopo, un 19enne si è presentato ai carabinieri per fare dichiarazioni spontanee. La sua posizione è attualmente al vaglio degli inquirenti che, secondo quanto si è appreso, per il momento non avrebbero preso provvedimenti nei suoi riguardi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here