Borgo Mezzanone (Foggia) – Un 23enne del Gambia, Janneh Ceesay, ospite del Centro di Accoglienza per Richiedenti Asilo di Borgo Mezzanone, è stato arrestato dagli agenti della squadra mobile di Foggia e accusato di aver rapinato e usato violenza nei confronti di una 72enne, residente della borgata.

Dovrà rispondere dei reati di violenza sessuale e rapina il 23enne del Gambia, Janneh Ceesay, ospite del Centro di Accoglienza per Richiedenti Asilo di Borgo Mezzanone, arrestato dagli agenti della squadra mobile di Foggia e accusato di aver rapinato e usato violenza nei confronti di una 72enne, residente della borgata.

L’episodio risale allo scorso 23 maggio e finì per accendere gli animi dei residenti del Borgo, che diedero vita ad una animata protesta, per denunciare la difficile convivenza tra residenti e ospiti del Cara. Ad inchiodare il giovane alle sue responsabilità sono stati numerosi elementi.

Innanzitutto, la collaborazione prestata agli inquirenti dagli altri ospiti del Cara; poi la visione delle immagini di alcune telecamere presenti nella zona dell’aggressione, attraverso le quali sono stati individuati alcuni elementi utili: in particolare, i capi d’abbigliamento indossati dal 23enne e un asciugamano di quelli in uso agli ospiti della struttura, tutto recuperato nell’alloggio di Ceesay, insieme al telefono cellulare sottratto alla vittima durante la rapina. A seguito di udienza di convalida, Ceesay è stato sottoposto ad ordinanza di custodia cautelare in carcere. (03.06.17) pupia.tv

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here