I funzionari dell’intelligence hanno dubitato sin dall’inizio del presunto attacco con armi chimiche a Khan Sheikhoun.
Welt Am Sonntag ha presentato uno stralcio di conversazione avvenuta tra un consulente per la sicurezza ed un soldato americano in servizio presso una base militare chiave nella regione.

Il nome del consulente è Seymour Hersh, nel dialogo ci sono delle abbreviazioni: soldato americano (AS) e Security Advisor (SA).
Per motivi di sicurezza, alcuni dettagli delle operazioni militari sono state omesse.

April 6, 2017

AS: Abbiamo un maledettissimo problema!

SA:Cos’è successo? Trump che ignora l’Intel e cerca di colpire i siriani? Il fatto che stiamo pisciando sui russi?

AS: Questo è male … Le cose stanno precipitando

SA: Forse non hai visto la conferenza stampa di Trump ieri sera. Si è presentato lì con la storia senza nemmeno consultare l’Intel. I Russi ci prenderanno a calci nel culo. E’ dannatamente pericoloso. Dove diavolo sono gli ADULTI? Il fallimento nella catena di comando nel dire la verità al Presidente, che lui voglia stare o sentire o no, andrà scritto nella storia come uno dei nostri momento più oscuri.

AS: Non lo so. Niente qui ha un ****** di senso. Sappiamo che non ci sono stati attacchi chimici. I siriani hanno colpito un deposito di armi (un legittimo bersaglio militare) e ci sono stati danni collaterali. Questo è tutto. Non ci sono stati attacchi chimici.

AS: Ed ora stiamo spingendo un grosso carico di TLAMs (tomahawks) dritti nel loro c**o.

SA: C’è stato per tutto il tempo un programma nascosto. L’obiettivo finale è l’Iran. Quello che la gente intorno a Trump non capisce è che i russi non sono una tigre di carta e che hanno una capacità militare più robusta di noi.

AS: Non so cosa vogliono i russi. Potrebbero tornare indietro e lasciare che i siriani difendano i propri confini, o potrebbero offrire una sorta di moderato sostegno, o potrebbero devastarci negli spazi aerei e cacciarci fino in Iraq. Sinceramente non so cosa aspettarmi. Mi sembra tutto possibile. Il sistema di difesa aerea russo è in grado di eliminare i nostri TLAM. Questo è un grosso problema … e noi ci stiamo ancora preparando…

SA: Hai perfettamente ragione. La Russia non prenderà questo affronto alla leggera.

SA: Chi è stato a spingere per questo? Votel (Generale Joseph L. Votel, Comandante del Comando Centrale degli stati Uniti, nd. Editor)?

AS: Non lo so, ma viene da molto in alto, è un gravissimo problema.

AS: Dev’essere stato il Presidente.

AS: Loro [i russi] stanno ponderando le loro opzioni. Ci sono Indicazioni che potrebbero sostenere passivamente la Siria senza impegnare i loro sistemi, a meno che i loro interessi non siano minacciati. In altre parole.. il cielo è ancora dannatamente blu.

7 aprile 2017

SA: Che cosa stanno facendo o dicendo i Russi? Sono corretto nel dire che abbiamo fatto pochi reali danni alla Russia ed alla Siria?

AS: Non abbiamo colpito un dannatissima nulla, per fortuna. Hanno portato indietro tutti i loro aerei ed il personale. Praticamente abbiamo giusto fatto veder loro qualche costoso fuoco d’artificio.

AS: Sapevano dove erano le navi ed hanno guardato i missili dall’inizio lancio sino alla fine del gioco.

AS: I russi sono furiosi. Pensano che abbiamo le corrette informazioni e conosciamo la verità sull’attacco al deposito d’armi.

AS: Ed hanno ragione.

AS: Immagino che non non sia servito a nulla scegliere tra Clinton a Trump. Mer**.

AS: Nessuno sta parlando della sola ragione per cui siamo in Iraq e in Siria in primo luogo. Questa missione è del tutto compromessa.

SA: Qualcuno dei tuoi colleghi è incazzato o sono tutti tranquilli?

AS: È una cosa pazza. . . Abbiamo persino avvisato i Russi un’ora prima dell’impatto dei missili.

SA: Ma, ovviamente, già sapevano quello che stava per succedere.

AS: Oh, naturalmente

AS: Ora Fox [Fox News, l’emittente americana, nd.Editore] dice che abbiamo scelto di colpire il campo aereo siriano perché è sono stati lanciati gli attacchi chimici. Wow. Non riesco a proseguire con questa mer**.

SA: Stanno creando una copertura.

AS: Che pezzi di m****!.

SA: Amen !!!

Aprile 8, 2017

AS: I russi si stanno comportando in maniera estremamente ragionevole. Nonostante quello che le notizie riportano stanno ancora cercando di evitare scontri aerei e coordinando la campagna aerea.

SA: Non credo che la Russia sappia ancora quanto sia pazzo Trump. E non credo che noi apprezziamo ancora quanti danni i russi possano farci.

AS: Stanno mostrando una tolleranza straordinaria e sono stati incredibilmente calmi. Sembrano per lo più interessati a ridimensionare tutto. Non vogliono perdere il nostro sostegno contro l’Isis.

SA:Sì ma ho la sensazione che stanno semplicemente cercando questo approccio per tutto il tempo che sentono che potrebbe funzionare. Se continuiamo a spingere con questo atteggiamento aggressivo…inizieranno a contrattaccare.”

 

 

Articolo riportato e tradotto con Licenza Creative Commons – Riproduzione riservata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here