Erin McAuliffe: Quando la Prof. ha pensieri hot

Erin McAuliffe. In una scuola pubblica nel North Carolina è stata arrestata un’insegnante di 25 anni con l’accusa di aver avuto rapporti sessuali con tre dei suoi studenti.

Erin McAuliffe

Era stata segnalata alla polizia, Erin McAuliffe, dopo che i funzionari dell’istituto avevano ricevuto delle denunce da parte di alcuni studenti, che si è preferito, ovviamente, mantenere anonimi. Erin Elizabeth McAuliffe è un’insegnante di scuola americana. È un’ex insegnante di Matematica alla Rocky Mount Preparatory School.

La formazione e la carriera

Ha frequentato la East Carolina University e la Methodist University laureandosi in Matematica. Erin McAuliffe proviene da Rocky Mount, North Carolina.

McAuliffe ha lavorato come analista di dati presso Robbins Geller Rudman & Dowd LLP a San Diego, in California. Ha iniziato a insegnare alla Rocky Mount Preparatory School nell’agosto 2016, fino al suo licenziamento a maggio 2017.  Da giugno 2014 a gennaio 2015 è stata rappresentante commerciale presso Don Bullock Chevrolet Inc.

L’arresto di Erin McAuliffe

L’8 giugno 2017, Erin McAuliffe è stata arrestata e accusata di avere rapporti sessuali inappropriati con tre studenti maschi. Gli investigatori hanno iniziato a esaminare le accuse di cattiva condotta a maggio 2017 dopo aver ricevuto una chiamata dagli amministratori della scuola. Gli studenti coinvolti includevano un ragazzo di 16 anni e due di 17 anni.

Oneri

McAuliffe era detenuta nella prigione della contea di Carteret con una cauzione di $ 20.000. La sua prima apparizione in tribunale è avvenuta nel tribunale distrettuale della contea di Nash il 13 giugno 2017. È accusata di tre reati di atti sessuali con un minore e un crimine di atti osceni con un minore. Dopo aver lasciato la corte, non ha parlato con i giornalisti e si è nascosta la faccia dietro un taccuino.

Altre info

Secondo le indagini tutti i rapporti sarebbero stati consumati al di fuori del campus, sebbene non si conoscano altri dettagli, o vengano comunque tenuti nascosti per proteggere la privacy delle vittime, due di 17 anni ed una di 16, consenzienti o meno che fossero.

Al di là dell’età che dovrebbe indicare la raggiunta maturità nei ragazzi è bene intendere che il problema in questo caso è il chiaro abuso di una posizione dominante, di certo non è il consenso ad un simile atto a renderlo giustamente praticabile o auspicabile, forse sarebbe anche bene mettere un tetto minimo d’età per gli insegnanti, poiché in questo caso 9 anni di differenza sono davvero pochi.

Se trovi i nostri articoli interessanti e ben curati, ti consigliamo di guardare la nostra sezione cronaca per altri avvenimenti di rilievo.