Isola di Ponza: bella come uno smeraldo

Condividilo con gli amici

Hai mai visto l’isola di Ponza? No? Cosa aspetti! Non puoi perderti una delle isole più belle del centro Italia.

Organizzare una vacanza a sull’isola di Ponza è senz’altro una delle cose che dovresti mettere in calendario per la tua prossima meta turistica e ora ti spiego perché.

Perché visitare l’isola di Ponza

Ponza è definita la perla del mediterraneo. Infatti è un piccolo gioiello, infatti il colore dell’acqua ricorda molto lo smeraldo. Non trovo forse nemmeno le parole giuste per descriverla perché qualsiasi termine o parola non gli rende giustizia.

Devi vederla, viverla e respirarla. Devi assaporarla in tutti i suoi angoli per capire e percepire le emozioni che ti trasmette.

Facciamo così intanto parto con il spiegarti alcuni dettagli su come raggiungerla.

Cosa fare e cosa vedere a Ponza

isola di ponza

Come trascorrere il tempo e cosa vedere a Ponza? Ovviamente Ponza è un posto in cui una persona va prettamente per godersi un mare da favola. Quali sono le spiagge di Ponza più belle da vedere? In realtà l’isola pontina non è dotata di molte spiagge essendo un isola molto rocciosa. Ci sono invece molte cale e calette che non puoi perderti se decidi di visitare Ponza.

Spiaggia Chiaia di Luna

Chiaia di Luna è una delle spiagge più suggestive di Ponza. Imponente se la vedi dall’alto della falesia bianca che ha la forma di una mezza luna (ti consiglio di fare un giro sulla terrazza panoramica) e altrettanto imponente se la vedi dal basso mentre fai il giro dell’isola in barca.

Il colore dell’acqua è turchese con sfumature smeraldo e la sabbia bianca. L’unica via di accesso alla spiaggia è dal mare, tuttavia bisogna dire che attualmente non si può più accedere dopo che morirono due ragazze in seguito al crollo di un masso roccioso.

Comunque anche solo fare il bagno tuffandosi dalla barca e immergersi in questo scenario da paradiso è veramente una cosa da fare a Ponza.

Spiaggia dei Frontoni

La spiaggia dei Frontoni è raggiungibile in pochi minuti dal porto di Ponza. Ci sono delle navette, tipo autobus del mare, che vanno e vengono e al costo di 5 euro ti portano e riportano indietro ad orario stabilito.

Diciamo che fra tutte le spiagge di Ponza forse è quella che mi piace di meno però è comoda in quanto ben attrezzata e forse è la spiaggia più comoda per trascorrere quel paio di ore al mare il pomeriggio prima di prendere la strada del ritorno verso Anzio, Terracina o Formia.

Cala Feola

Questa cala la puoi raggiungere anche a piedi dal porto di Ponza oppure noleggiando una barca.

Fare il bagno qui è come immergersi in varie piscine naturali, con acqua cristallina. Davvero suggestive e ti consiglio di farci una tappa.

Cala dell’Acqua

Si trova nella frazione di Ponza nominata “Le Forna” nella parte più estrema dell’isola ed è anche una delle zone con le cale più belle.

Si accede attraverso un passo carrabile, altrimenti l’alternativa è via mare.

Il colore dell’acqua è spettacolare variando fra il turchese e lo smeraldo. Un bagno qui non puoi non fartelo!

Lo scoglio della Tartaruga

Bellissimo, da mozzafiato oserei dire. Si può raggiungere dalla frazione Le Forna a piedi oppure via mare. Assomiglia dicono ad una tartaruga, anche se a me sembra più un fungo nel mare.

Si tratta di uno scoglio enorme nel mare dal quale ci si può anche tuffare. La parte che da sul mare aperto offre oltre che un bellissimo panorama anche la possibilità di nuotare lungo lo scoglio fino ad una grotta, o meglio tunnel che passa sotto lo scoglio e finire in una sorta di piscina cristallina, calda dal fondale basso.

Sullo scoglio è possibile noleggiare lettino e ombrelloni e ti consiglio di farlo perché è difficile stare tutto il giorno o anche poche ore con asciugamano su questo tipo di roccia.

Le piscine di Ponza

Sono chiamate in questo modo per via delle due piscine naturali incastonate nella natura. Ci vuole un po’ di impegno per raggiungerle, non è ne difficile ne pericoloso tuttavia c’è un po’ di strada e scale da fare per scendere e raggiungerle. Ovviamente poi l percorso dovrai rifarlo in salita, ma ne vale davvero la pena per le acque cristalline in un luogo che sembra fuori dal mondo reale.

Come arrivare a Ponza

In elicottero

L’isola di Ponza non è raggiungibile in aereo, essendo molto piccola non è dotata di un aeroporto. Tuttavia, per chi se lo può permettere, esistono soluzioni per arrivare a Ponza in elicottero.

In aliscafo da Anzio a Ponza

Dal porto di Anzio, nella stagione di fine primavera fino a metà settembre, puoi raggiungere Ponza con l’aliscafo. La durata del tragitto è di circa un ora e quindici minuti.

Gli aliscafi che partono per Ponza da Anzio sono sostanzialmente di due compagnie: la Vector e la Laziomar.

In aliscafo da Terracina a Ponza

Anche dal porto di Terracina di raggiunge Ponza sia con l’aliscafo che con il traghetto.

La durata del viaggio con l’aliscafo per l’isola di Ponza è di circa un ora, mentre con il traghetto di due ore e mezza a volte anche tre ore.

Da Latina invece non vi sono traghetti o aliscafi per Ponza, tuttavia si possono noleggiare gommoni o barche con o senza skipper, ovviamente il costo sale di molto sopratutto se non si è muniti della patente nautica e quindi sarà lo skipper a dovervi accompagnare.

Inoltre bisogna calcolare anche il costo della benzina che spesso non è incluso nel noleggio del gommone o della barca.

Gli altri porti laziali in cui vi è la possibilità di arrivare sull’isola pontina con l’aliscafo è Formia.

Cosa c’è nei dintorni dell’isola di Ponza?

Di fatto Ponza appartiene all’arcipelago delle isole pontine per cui abbiamo anche

  • L’isola di Palmarola
  • L’isola di Ventotene
  • L’isola di Zanone

Ma di queste ne parleremo in un prossimo articolo. Seguici

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

We are sorry that this post was not useful for you!

Let us improve this post!

Tell us how we can improve this post?